vediamo cosa cambia nelle detrazioni fiscali 2017

Come ci si aspettava, il Decreto Legge sugli Incentivi Fiscali a favore degli interventi di ristrutturazione e manutenzione delle abitazioni è stato approvato a pieni voti anche per quest’anno. Per chi non si fosse informato sulla proposta, questa legge di Bilancio ha portato qualche novità rispetto agli anni passati.

La principale è sicuramente quella che riguarda l’estensione delle agevolazioni fiscali anche per interventi nei condomini, aumentando addirittura la percentuale di detrazione Ires o Irpef dal 65% fino al 75%, a seconda del tipo di interventi. Si tratta comunque di lavori dedicati all’aumento della classe energetica dei stabili oppure, tema molto caldo negli ultimi anni, al miglioramento della struttura per resistere ai sismi. Nel caso di interventi antisismici la detrazione sarà del 50% e arriva fino al 70% se si passa di una classe di rischio minore, o all’80% se si passa di due classi.
Per quanto riguarda le parti comuni dei condomini, spesso trascurate a causa di mancanza di accordi, la bella notizia è che il DDL mettere a disposizione 5 anni di tempo, ossia fino a dicembre 2021, offrendo la possibilità di convincere anche i condomini più ostici. In questo periodo così lungo, si avrà la possibilità di procedere a sopralluoghi, fare preventivi e presentare la domanda di detrazione con tutta calma, valutando le soluzioni migliori per ogni caso.

Anche l’installazione di pannelli solari, l’ammodernamento dei sistemi di riscaldamento e l’introduzione di elementi di domotica possono godere di questi ecobonus, poiché tutti interventi che consentono un notevole risparmio energetico, argomento principale di questo decreto legge e meta finale per lo Stato.

Sicuramente gli interventi più efficaci e imprescindibili al fine di migliorare la classe energetica del tuo edificio riguardano serramenti e coibentazione dello stesso. Questi infatti rientrano a pieno titolo nei termini per le agevolazioni fiscali, favorendo così la diffusione di infissi di classe energetica alta.
Stiamo parlando di porte e finestre con telai particolari che permettono l’isolamento termico dell’abitazione, ma anche quello acustico in molti casi. La struttura a doppi vetri (e in alcuni casi anche tripli), i materiali e le guarnizioni, i telai e tanti altri dettagli e innovazioni tecniche vanno ad aumentare le prestazioni di questi complementi e li rendono indispensabili nel caso tu voglia richiedere questi ecobonus statali.

Oltre ad essere parte integrante di un arredo, gli infissi hanno delle funzioni veramente importanti di apertura, protezione, climatizzazione, aerazione, tanto da essere tra i primi soggetti di una ristrutturazione edilizia.
Gli infissi fanno perdere solitamente intorno al 25% di calore di un’abitazione, un valore decisamente molto alto, se consideriamo che ci sono altre situazioni di dispersione di calore. Pareti e tetto ad esempio, che dovrebbero essere ben coibentate per permetterti di mantenere stabile la temperatura senza un’azione continua dei sistemi di riscaldamento. Ma visto che una grande porzione di perdita dipende proprio dai serramenti, vale la pena farsi consigliare dal nostro team a tua completa disposizione per trovare il prodotto giusto per le proprie necessità.

Sicuramente si può approfittare di queste detrazioni fiscali per installare serramenti particolari oppure inferriate alle finestre dei piani bassi dei condomini. In questo modo si aumenta anche la sicurezza.

Il montaggio di porte e finestre è poi importante per garantire sia il corretto funzionamento che la massima efficienza. Per questo conviene rivolgersi al nostro personale esperto e certificato per eseguire questo tipo di lavori.

Non solo: per avere accesso alla detrazione bisogna comunicare all’ENEA gli attestati di qualificazione energetica e una scheda informativa completa di tutti gli interventi realizzati, per valutare se si rientra nei requisiti per l’accesso agli ecobonus.
Questa documentazione è compresa nel nostro servizio Zero Pensieri che ti consente di non preoccuparti di questa trafila burocratica perché se ne occuperà il nostro team per darti la tranquillità solo di avere nuovi serramenti installati con il rispetto delle tempistiche.

Detrazioni fiscali 2017 cosa cambia ultima modifica: 2017-04-10T16:18:56+00:00 da Putelli srl